Nuovo DPCM e Fase 2 istruzioni per Aziende e Cantieri

Fermare la pandemia: la sicurezza e la salute sul lavoro possono salvare vite”

è lo slogan dell’edizione 2020 della Giornata mondiale della sicurezza e salute sul lavoro (SSL), coordinata ogni 28 aprile dall’Organizzazione internazionale del lavoro (ILO).

Il concetto è sicuramente bello ed emotivamente coinvolgente, visto il periodo, ma ai fini pratici in che azioni si deve tradurre?

Non si deve dimenticare che in tempi non sospetti, da gennaio a febbraio di quest’anno sono stati 100 i morti sul lavoro in Italia. Sono numeri importanti che già destavano preoccupazione ma dai quali speriamo che l’emergenza covid non ne distolga l’attenzione.

Oggi a seguito del nuovo DPCM 26 aprile 2020, che indica chi può lavorare e che cosa devono fare tutte le attività per poter aprire i battenti, proviamo a mettere in pratica tutte le indicazioni che sono prescritte nel “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus covid-19 negli ambienti di lavoro sottoscritto il 24 aprile 2020 fra il Governo e le parti sociali” che riportiamo qui sotto in allegato nella sua integralità.

In breve sono stati messi su due allegati, che vi forniamo qui sotto, le indicazioni da seguire e tutte le precauzioni da attuare sia per le Aziende (allegato 6) che per i Cantieri (allegato 7).

 

PROTOCOLLO SICUREZZA COVID AZIENDE ALLEGATO 6
PROTOCOLLO SICUREZZA COVID CANTIERI Allegato 7