In realtà è più semplice di quanto si pensi.

ARGOMENTO:

Articolo 80 comma 5 del Regolamento: Qualora due o più segnali compaiono su un unico pannello segnaletico, tale pannello viene denominato “segnale composito”. Le dimensioni del “segnale composito” devono essere tali che i dischi in esso contenuti abbiano il diametro non inferiore a 40 cm ed i triangoli abbiano il lato non inferiore a 60 cm. Il fondo del segnale risultante deve essere di colore bianco o giallo per i segnali temporanei di prescrizione. Le dimensioni minime dei “segnali compositi” relativi alla sosta sono quelle di formato ridotto indicate nella tabella II.7 ed il disco di divieto di sosta in essi contenuto ha il diametro di 30 cm.

CASO 1: CORRETTO

Quello in figura:

– è un segnale che contiene due o più segnali? Sì: fig.74, mod.3/a e mod.6/m

– il disco di divieto di sosta ha un diametro di 30 cm? Sì

– il disco di divieto di sosta è un segnale di prescrizione? Sì, articolo 104, comma 1, lettera b.

– il fondo giallo, per i segnali composito temporanei di prescrizione, è consentito? Sì

CASO 2: NON CORRETTO

Molto spesso si vedono nei cantieri stradali cartelli come quello sotto da 60×60 i cui simboli al suo interno (di dimensione inferiore ai 30 cm) non rispettano certo il Regolamento.

Questo cartello dovrebbe avere il fondo bianco, solo il triangolo avere il fondo giallo.

La scritta “ATTENZIONE” è un elemento di disturbo, obbliga a leggere una parola, una riga, in più: finché si è seduti sulla poltrona di casa va bene, ma al volante no!